<link rel="stylesheet" href="/static/CACHE/css/abbb5ae91d74.css" type="text/css" media="screen, projection">

Ceramic Futures: from poetry to science fiction, oggi a Cersaie presentati i progetti migliori.

Lunedì 22 Settembre 2014
Si è conclusa oggi a Cersaie, con la presentazione dei progetti più originali alla Galleria dell’Architettura,  l’avventura della seconda edizione di Ceramic Futures,  il primo progetto social dedicato interamente alla ceramica. 

Ceramic Futures: from poetry to science fiction, oggi a Cersaie presentati i progetti migliori.

Quattro gruppi di studenti  provenienti  da 4 scuole internazionali (Politecnico di Milano, Accademia di Belle Arti di Bologna, EnsAD di Parigi ed ELISAVA di Barcellona) si sono  “sfidati” a colpi di post ragionando in modalità progettuale sul futuro della ceramica, a seguito di un brief messo a punto daStefano Mirti sulle tematiche “to walk”, “to eat”, “to loveto sleep” .

Per ogni scuola sono stati selezionati 2 progetti, uno in base al “successo mediatico” riscosso sulla piattaforma social in termini di voti, commenti, like ed interazioni che hanno permesso di mappare il profilo di ogni  partecipante  decretandone il “most active”, il “most amiable”, il  “most generous” and il “most charismatic”, l’altro invece deciso da una giuriacomposta da Stefano Mirti, lo staff di Ceramic Futures e Confindustria Ceramica.

 In galleria oggi presenti  i vincitori:  per l’Accademia di Belle Artidi Bologna Alice Forestan con “Fragmentis” e Lena Plaschke con “Urban Tiles”; per ELISAVA di Barcellona Kitiara Ferran con “Break to Creste” e Luis De Sousa con “Time will Break us Apart” ; per EnsAD di Parigi Emilie Ricada con “Kamazulejos” e Lionel Salazar con “Blue Lantern” e per il Politecnico di Milano Francesco Pacelli con “Hoop” e Luca Acito con “Anomàlia”

Marco Mancuso, fondatore e direttore di Digicult e Digimag Journal, ci racconta in poco più di un minuto e mezzo i progetti vincitori! Guarda il video! (https://www.youtube.com/watch?v=8qXMuVrv26w&feature=youtu.be

Nella gallery un’anteprima fotografica dei progetti vincitori.