<link rel="stylesheet" href="/static/CACHE/css/abbb5ae91d74.css" type="text/css" media="screen, projection">

Ceramic Futures: from poetry to science fiction: start up e viaggio online

Venerdì 09 Agosto 2013
E’ partito da Milano lo scorso 6 giugno, ha viaggiato  e si è evoluto sul web nei mesi di giugno e luglio per approdare poi a settembre a Cersaie, il progetto Ceramic Futures: from poetry to science fiction, il primo progetto social dedicato interamente alla Ceramica. Promotrice dell’iniziativa è la più importante fiera internazionale della Ceramica, Cersaie, il Salone organizzato ogni anno a Bologna dall’industria ceramica italiana, Il progetto è promosso da Confindustria Ceramica, organizzato da Edi.Cer. Spa in collaborazione con IdLab.

Ceramic Futures: from poetry to science fiction: start up e viaggio online

Start up: Milano. Il lancio del progetto è avvenuto a Milano il 6 giugno scorso e ha coinvolto gli studenti di quattro scuole di eccellenza (IED Roma, Abadir Catania, Glasgow School of Art, Politecnico di Milano) guidati da un gruppo di docenti/tutor che alcuni giorni prima erano stati ospitati anche in Marazzi al fine di far loro conoscere più da vicino il mondo della ceramica    Agli studenti è stato chiesto di ragionare su possibili nuove direzioni che il mondo della ceramica può intraprendere nel futuro prossimo, a partire da quattro tematiche: Human Body, New Nature, WorkeFood.

Viaggio online. Da un brief messo a punto da Elio Caccavale (progettista e docente di Product Design Glasgow School of Art) e Stefano Mirti (progettista e partner di IdLab), i quattro gruppi di giovani progettisti hanno avuto la possibilità di lavorare nei mesi di giugno e luglio in maniera interattiva e collaborativa, sfruttando le modalità di comunicazione tipiche dei social media. L’intero progetto ha preso vita e forma su una piattaforma web dedicata (ceramicfutures.com), in costante aggiornamento con gli account di Facebook,Twitter e Instagram. La sezione Diary del sito web ha raccolto il work in progress degli studenti, in un’ottica di condivisione di idee e opinioni, con l’obiettivo di creare un database con l’evoluzione dei singoli progetti. I social media hanno permesso un’ulteriore interazione: tutto il processo progettuale è stato aperto e visibile dall’esterno e chiunque ha avuto la possibilità di collegarsi, osservare, commentare, domandare, interagire creando un meccanismo virale che ha portato alla pubblicazione di più di 700 post..

La fase on line e di interazione sui social si è conclusa venerdì scorso lasciando lo spazio a quella di valutazione dei progetti (tutti consultabili al linkwww.ceramicfutures.com/diary) . Nel mese di Agosto verrà infatti stilata una classifica dei migliori progetti in base a 4 parametri specifici: Most Sociable, Most Appreciated, Most Charismatice Most Productive che verrà resa nota poco prima di Cersaie. Noi di Marazzi Your Space la attendiamo con ansia per potervi raccontare al più presto i progetti vincitori!

Potrebbero interessarti anche...