<link rel="stylesheet" href="/static/CACHE/css/a0125a1b086e.css" type="text/css" media="screen, projection">

Progetto Architettonico

pavimenti_progetto_architettonico.jpg

Uno dei vantaggi del pavimento sopraelevato è quello di consentire il montaggio a secco in tempi molto ridotti, insieme a una flessibilità che permette di superare eventuali ostacoli esistenti sulla soletta dell'edificio. Per approfittare di tale vantaggio è indispensabile che il progettista abbia già preso in considerazione alcuni aspetti fondamentali al momento di elaborare il progetto architettonico di massima del pavimento o qualsiasi idea architettonica da sviluppare insieme all'Ufficio Tecnico di Marazzi. Oltre che all'effetto estetico del pavimento (materiale e finitura e colore del rivestimento, eventuali disegni su misura) è necessario dedicare particolare attenzione anche alla distribuzione degli impianti, perché costituiscono uno dei nodi cruciali per il pavimento sopraelevato, soprattutto se sono già posati o hanno un posizionamento obbligato. Per questo in fase di progettazione è necessario prevedere un incontro tra le varie unità impiantistiche per definire esattamente le rispettive necessità. Altri due aspetti da prendere attentamente in considerazione al momento di effettuare le scelte progettuali sono l'altezza del pavimento sopraelevato e la dislocazione sulla superficie di eventuali accessori e servizi. 

Prima di iniziare la progettazione è indispensabile inoltre prevedere un'ispezione dei locali e verificare le condizioni necessarie per un'installazione ottimale del pavimento sospeso.