Quando un marchio è patrimonio nazionale

Tempo di lettura: minuti

Quando un marchio è patrimonio nazionale
Marazzi è entrata a far parte del Registro speciale dei Marchi storici di interesse nazionale, istituito dal Ministero Italiano dello Sviluppo Economico (MISE). Il titolo di ‘Marchio Storico di interesse nazionale’ è assegnato alle aziende italiane che, con un marchio registrato o utilizzato da almeno cinquant’anni e con un profondo legame al territorio, hanno fatto

Marazzi è entrata a far parte del Registro speciale dei Marchi storici di interesse nazionale, istituito dal Ministero Italiano dello Sviluppo Economico (MISE).
Il titolo di ‘Marchio Storico di interesse nazionale’ è assegnato alle aziende italiane che, con un marchio registrato o utilizzato da almeno cinquant’anni e con un profondo legame al territorio, hanno fatto e continuano a fare la storia dell’imprenditoria nazionale italiana.

La storia di Marazzi è da sempre simbolo di italianità: realtà creativa e produttiva che ha anticipato le tendenze in molti ambiti dello stile e della ricerca.
Si devono infatti all’azienda, fondata nel 1935 a Sassuolo (Modena), le principali innovazioni di processo e di prodotto nel settore delle piastrelle di ceramica e gres che hanno reso l’azienda e il distretto italiano un punto di riferimento per l’intero mondo della ceramica.  (Scopri di più sulla storia di Marazzi)

Il marchio creato ad hoc dal Ministero, ovvero l’immagine dell’Italia racchiusa nella scritta ‘marchio storico’, che da oggi affianca il marchio Marazzi, rappresenta un importante testimonianza del valore e dell’eccezionale storia di un marchio universalmente riconosciuto come sinonimo di ceramica di alta qualità per pavimenti e rivestimenti e simbolo del miglior made in Italy nel settore dell’arredamento e del design.