<link rel="stylesheet" href="/static/CACHE/css/fd017f2462d3.css" type="text/css" media="screen, projection">

Cascina Merlata: a Milano il progetto di social housing ecosostenibile curato da Antonio Citterio e Patricia Viel

Facciate ventilate in gres Marazzi e fonti rinnovabili a servizio degli edifici le soluzioni per creare ambienti sani e sicuri

Cascina Merlata: a Milano il progetto di social housing ecosostenibile curato da Antonio Citterio e Patricia Viel

Cascina Merlata è un innovativo progetto di social housing complessivamente di 900.000 metri quadrati, sviluppato nei pressi dell’area Expo 2015 a Milano. Prevalentemente residenziale, il nuovo quartiere comprende inoltre strutture e servizi come scuole, asili, parchi giochi ed aree attrezzate.

L’intervento urbanistico è stato diretto dallo studio Antonio Citterio Patricia Viel e sviluppato secondo i principi più avanzati di sostenibilità ambientale con l’obiettivo di diffondere alti standard qualitativi a tutto il complesso, con particolare attenzione alla qualità del paesaggio urbano attraverso i materiali utilizzati, il design degli spazi pubblici e degli elementi d’arredo urbano fino al disegno delle facciate degli edifici, serviti esclusivamente da fonti rinnovabili.

In quest’ottica di progettazione sostenibile si inserisce la scelta dei progettisti di un sistema a facciata ventilata per l’esterno degli edifici che, grazie ad un isolamento esterno continuo, elimina ogni ponte termico e rappresenta il sistema di rivestimento migliore dal punto di vista energetico e di comfort termico per gli edifici. 

Uno degli edifici protagonisti dell’intervento di Cascina Merlata è la grande torre di 23 piani che con il sottostante edificio di nove crea un grande “giardino pensile”.

A caratterizzare l’edificio sono sicuramente i prospetti, risultato di un attento studio di geometrie, forme e materiali. Si tratta di facciate ventilate interamente rivestite in gres porcellanato Marazzi di diversi formati, colori e finiture.

Nello specifico, i progettisti hanno sapientemente alternato il gres effetto pietra Mystone Gris Fleury Grigio nei formati 60x60, 30x120, 60x120, abbinandolo in un inedito patchwork geometrico a SistemN, il gres Marazzi ad elevate prestazioni tecniche scelto nel colore scuro grafite nei formati 60x120 e 60x60. Il gres più scuro è stato utilizzato in alcuni punti dei prospetti, come ad esempio le finestre, per sottolineare con un chiaroscuro le geometrie della facciata. L’ingresso è stato infine rivestito con la collezione Blend, un gres tecnico perfetto sia per esterno che per interno.

 

Puoi scoprire nella gallery fotografica le immagini del progetto.

Potrebbero interessarti anche...

Mallol Design House, uno studio di architettura che racconta una nuova filosofia del lavoro.

Mystone Pietra di Vals riveste una piscina top-roof dove tuffarsi tra un progetto e l’altro

Scopri di più

Collezioni in evidenza